facebook ads event tracking

Facebook ADS Event Tracking: Istruzioni per l’installazione

Esistono diversi modi per analizzare il comportamento degli utenti sul sito: Google Analytics, Pixel di FB, Google Tag Manager e altri… Il team di Content ADsification ti parlerà di un altro ─ pixel di Facebook, più precisamente, di una delle sue funzioni ─ monitoraggio e registrazione di eventi o determinate azioni dei visitatori.

Il tuo sito, ad esempio, un negozio online, è visitato da persone diverse, qualcuno va e viene, qualcuno mette la merce nel carrello e se ne dimentica felicemente, e alcuni diventano clienti.

Come puoi vedere, ognuno esegue azioni diverse, il che significa che devi ricordarti di te stesso in modi diversi. Resta solo da “tracciare” e raggruppare i visitatori del sito secondo determinati criteri.

Nella terminologia dei pixel di Facebook, tutte le azioni sul sito sono eventi. Puoi definire tu stesso quali eventi ti aiuteranno a creare segmenti di pubblico, ottimizzare gli annunci e forse anche cambiare qualcosa nel lavoro del sito o dei dipendenti.

Ad esempio, una grande differenza tra il numero di visitatori che hanno inserito il prodotto nel carrello e ha effettuato un ordine potrebbe indicare che la procedura di ordinazione non è chiara o che la consegna è costosa, oppure i gestori hanno mancato l’acquirente. Ci sono molte opzioni, ma la cosa principale è che inizierai a pensarci e provarle.

Cose da fare prima di organizzare eventi

Gli eventi pixel di Facebook possono essere impostati solo dopo aver installato il codice pixel principale di Facebook sul tuo sito. Leggi come farlo nell’articolo .

Di seguito è riportato un esempio di codice del sito con un evento configurato:

  • Il codice originale del tuo sito.
  • Il codice di base del tuo pixel di Facebook.
  • Il tuo codice evento. L’esempio sopra mostra un evento per l’aggiunta di un articolo al carrello.

Facebook ha due tipi di eventi: eventi standard e personalizzati.

Eventi standard

Gli eventi standard sono predefiniti su Facebook e vengono utilizzati per registrare conversioni, eseguire ottimizzazioni delle conversioni e creare audience.

La tabella elenca gli eventi pixel standard di Facebook.

Eventi personalizzati

Questi eventi non fanno parte dell’elenco predefinito, quindi puoi assegnare a ciascuno un nome univoco per riflettere l’azione intrapresa dall’utente. Gli eventi personalizzati possono essere utilizzati per creare segmenti di pubblico personalizzati, ma non per le campagne ottimizzate per la conversione.

Installazione e configurazione di eventi

Esistono diversi modi per impostare gli eventi pixel di Facebook:

  • direttamente nel codice del sito;
  • tramite il servizio Google Tag Manager;
  • utilizzando lo strumento di personalizzazione degli eventi di Facebook.

Tutti gli eventi standard sono monitorati tramite una chiamata di funzione pixel fbq (‘track’) indicando il nome e, se necessario, l’oggetto JSON come parametri ─ prezzo, valuta, id merci e così via D. Vengono scritti ulteriori dettagli sui parametri trasmessi nel certificato Facebook in Ad esempio, questo è l’aspetto di una chiamata di funzione che tiene traccia di un evento di acquisto completato, la valuta e l’importo sono specificati come parametri: fbq (‘track’, ‘Purchase’, {currency: “USD”, value : 30.00}), dove

  • Acquista: il nome di un evento Facebook standard che riflette il completamento di un acquisto.
  • {valuta: “USD”, valore: 30,00} ─ parametri aggiuntivi sull’ordine completato ─ Valuta: “USD” ─ valuta “dollaro USA”, valore: 30,00 ─ importo 30,00.

Gli eventi personalizzati vengono tracciati chiamando la funzione pixel fbq (‘trackCustom’) con il nome dell’evento e, se necessario, un oggetto JSON come parametri (prezzo, valuta, ID prodotto, ecc.) Ad esempio, questo è il modo in cui una funzione chiama si presenta, monitorando l’invio del modulo sul sito:

In questo esempio, il nome dell’evento nelle statistiche di Facebook verrà visualizzato come “OtpavkaForm”. Per una più comoda analisi delle informazioni, è meglio indicare tutti i nomi il più chiaramente possibile, dopo aver chiamato il codice, gli eventi verranno automaticamente tracciati nel Gestore Eventi.

Impostazione manuale degli eventi

Le funzioni fbq (‘track’) o fbq (‘trackCustom’) possono essere chiamate ovunque sul sito tra i tag di apertura e chiusura quando la pagina viene caricata o quando l’utente esegue un’azione, come fare clic su un pulsante.

Come farlo?

Per cominciare, determineremo per quale scopo e per quale evento guarderemo sul sito.

Ad esempio, dobbiamo monitorare l’aggiunta di un articolo al carrello facendo clic su un pulsante. Per questo, sono adatti gli eventi standard di Facebook. Vai alla tabella degli eventi standard presentata sopra e cerca l’azione desiderata, nel nostro esempio è “Aggiungi al carrello”.

Vediamo che il codice per questa azione è simile a fbq (‘track’, ‘AddToCart’).

Di seguito viene mostrato come aggiungere il codice per chiamare la funzione fbq (‘track’, ‘AddToCart’) facendo clic sul pulsante del codice del sito.

Configurazione di eventi tramite Google Tag Manager

Come promemoria, prima di lavorare con gli eventi sul sito, il codice pixel di Facebook deve essere già installato. Prenderemo lo stesso monitoraggio dell’aggiunta di un articolo al carrello (AddToCart) come base per l’impostazione dell’evento, consideriamo una semplice configurazione e installazione di un evento tramite GTM.

1. Per prima cosa, definiamo un pulsante ei suoi parametri per inviare un evento a Facebook. Per fare ciò, vai sul sito, trova il pulsante di cui abbiamo bisogno e fai clic su di esso con il tasto destro del mouse, quindi seleziona “Visualizza codice”.

2. Guarda i parametri del pulsante, in questo caso è il nome della classe AddToCard e il testo “Aggiungi al carrello”.

3. Successivamente, vai a Google Tag Manager nella sezione “Variabili” e fai clic sul pulsante “Configura”. Nelle configurazioni, selezionare “Click Classes” e “Click Text”.

4. Successivamente, vai alla sezione “Trigger” e premi il pulsante “Crea”.

5. Selezionare le impostazioni di attivazione “Tutti i clic”.

6.Effettuare le seguenti impostazioni in base ai parametri del pulsante:

7. Resta da creare un tag. Vai alla sezione “Tag” e fai clic sul pulsante “Crea”.

8. Successivamente, fai clic su “Configurazione tag” e seleziona “HTML personalizzato” dall’elenco fornito.

9. Nel campo per l’inserimento, inserisci il nostro codice, che deve essere racchiuso nel tag <script>:

<script> fbq (‘track’, ‘AddToCart’);

</script>

10. Dopodiché, dobbiamo selezionare il trigger del codice che abbiamo creato in precedenza.

11. Ora assicuriamoci che il nostro evento sia configurato correttamente e per prima cosa controlliamo il funzionamento del tag.

Per fare ciò, nell’interfaccia di Google Tag Manager, vai alla “modalità preliminare” e vai al tuo sito.

Sul sito, fai clic sul pulsante “Aggiungi al carrello” e visualizza l’attivatore del tag nella parte inferiore dello schermo:

12. Inoltre, la correttezza del trigger, nella “modalità preliminare”, può essere verificata con l’ausilio dell’estensione “Facebook Pixel Helper”, dove premendo il pulsante verrà visualizzato nell’interfaccia il nome del nostro evento. 

Più estensioni per aiutare PPC e specialista in pubblicità mirata

13. Tutto è pronto, premere il pulsante “Invia” nell’angolo in alto a destra.

Dopodiché, i dati verranno visualizzati nell’Event Manager con un nome univoco, nel nostro caso dalla funzione fbq (‘track’, ‘AddToCart’). Facebook lo definirà come “Aggiungi al carrello” nella nuova versione e AddToCart in quella vecchia.

Screenshot della nuova versione di Facebook Per visualizzare in dettaglio gli eventi nella vecchia versione di Facebook, è necessario andare in Gestione eventi e fare clic sul nostro pixel installato in precedenza.

Screenshot della vecchia versione di Facebook

Configurazione di eventi utilizzando lo strumento di impostazione degli eventi di Facebook

Oltre a lavorare con il codice, puoi utilizzare lo strumento Facebook per aggiungere eventi e parametri per questo evento nell’interfaccia web del tuo sito.

Algoritmo passo passo

Passo 1

Vai a Gestione eventi → “Origini dati” e seleziona il pixel di cui abbiamo bisogno, quindi fai clic sul pulsante “Aggiungi evento”.

Selezioniamo “Imposta il codice manualmente” e saltiamo tutti i punti con il pulsante “Continua” prima che Facebook ti chieda di “Esegui lo strumento di configurazione dell’evento”.

Fare clic su questo pulsante. Dopodiché, apparirà una finestra per inserire l’URL del tuo sito, compilarlo, quindi ─ “Apri sito”.

Procedura nella vecchia versione

Vai a Gestione eventi → “Origini dati” e seleziona il pixel di cui abbiamo bisogno.

Nella pagina con informazioni dettagliate e statistiche del pixel selezionato vengono visualizzati anche gli eventi da noi configurati. Nell’angolo in alto a destra troviamo e clicchiamo sul pulsante “Configura”, dall’elenco a tendina seleziona “Configura nuovi eventi”.

Dopodiché, apparirà una finestra con le impostazioni dell’evento, e in cui selezioneremo immediatamente “Usa lo strumento per le impostazioni dell’evento di Facebook”.

Nel campo “URL del sito”, inserisci l’indirizzo del nostro sito e fai clic sul pulsante “Apri sito”.

Passo 2

Dopo essere entrati nel sito, nell’angolo in alto a sinistra vedremo la finestra “Strumento di configurazione eventi Facebook”.

In alcune pagine è possibile visualizzare non solo gli eventi già configurati in questa pagina, ma anche quelli consigliati per l’installazione. Ad esempio, nello screenshot qui sotto, una pagina in cui Facebook ha notato il pulsante “Checkout” e si è offerto di impostare un evento su di esso.

Premiamo “Check”, il pulsante sul sito viene evidenziato, è possibile selezionare la categoria dell’evento stesso, questa è “Acquista” e i valori trasmessi. Se tutto ti va, confermiamo la scelta.

Il pulsante è diventato verde, quindi l’evento per la sua attivazione è già configurato e monitorato nell’interfaccia Facebook in Events Manager.

La funzionalità dello strumento di configurazione degli eventi di Facebook consente di configurare manualmente il monitoraggio dei pulsanti.

In questo modo puoi personalizzare facilmente qualsiasi pulsante del tuo sito. Dopo aver selezionato “Track New Button”, sul sito verranno visualizzati tutti i tipi di selezioni che Facebook può acquisire. Scegli quelli che desideri e completa il setup come descritto sopra Un’altra funzione utile nella configurazione degli eventi è “Track URL”.

Ad esempio, è molto facile registrare il completamento di un ordine se, dopo averlo inserito, l’utente atterra su una pagina con gratitudine (site.ru/thank-you per esempio). Compilando tutti i campi necessari e confermando il completamento del setup, imposterai molto rapidamente l’evento di cui hai bisogno.

Conversioni personalizzate

Le conversioni personalizzate ti consentono di creare regole per i parametri dei tuoi eventi e delle pagine del tuo sito. Ciò consente di misurare azioni più specifiche del cliente. Ad esempio, puoi filtrare tutti gli eventi di acquisto per contare quante paia di scarpe da donna sono state acquistate per più di $ 1.000. Utilizzando queste conversioni, puoi anche ottimizzare la pubblicazione degli annunci, con un massimo di 100 conversioni personalizzate per account pubblicitario.

Opportunità di conversione personalizzate

Ottimizzazione della pubblicazione di annunci per eventi personalizzati per eventi personalizzati Facebook consente di creare una campagna ottimizzata per conversioni solo per eventi standard e per conversioni personalizzate, per eventi personalizzati ciò non è possibile. Pertanto, al fine di ottimizzare per eventi appositamente configurati, è necessario prima creare una conversione basata su tali eventi e quindi ottimizzare la visualizzazione degli annunci basati su di essa. Per prima cosa, vai alla Gestione eventi e vai alla scheda Conversioni personalizzate.

Fare clic sul pulsante “Crea conversione personalizzata”.

Assicurati di indicare il nome della conversione e la fonte dei dati, se ne hai diversi, nel nostro caso questo è un solo pixel di Facebook. Dall’elenco a discesa “Evento di conversione”, seleziona l’evento appositamente configurato di cui abbiamo bisogno. Quindi premiamo il pulsante “Crea”.

Ora, scegliendo di ottimizzare la visualizzazione degli annunci tramite conversione, possiamo utilizzare la conversione generata in base a un evento personalizzato.

Configurazione di eventi standard senza codice aggiuntivo

Se il tuo sito ha un codice pixel di Facebook di base, puoi utilizzare le regole URL per registrare eventi standard senza aggiungere codice aggiuntivo.

Ad esempio, questo è utile quando il tuo sito ha una pagina di ringraziamento separata e puoi creare una conversione personalizzata per catturare rapidamente le transizioni a questa pagina.

Algoritmo

Nella finestra per la creazione di una conversione per l ‘”Evento di conversione” selezionare “Tutto il traffico per l’URL” e nelle regole sottostanti indicare il nome della nostra pagina con gratitudine e quindi fare clic sul pulsante “Crea”.

Filtraggio degli eventi

L’aggiunta di una regola a eventi standard, eventi personalizzati e Tutto il traffico per eventi URL consente di analizzare l’attività dei clienti in modo più dettagliato. Ad esempio, se è stata configurata la trasmissione di parametri aggiuntivi per eventi, è possibile creare una regola per contare gli acquirenti per merci di una determinata categoria e costo.

Esempio

Come impostare le condizioni per fissare l’aggiunta di un prodotto di una determinata categoria per più di 1000 rubli.

Quando creiamo una conversione appositamente configurata in “Evento di conversione”, selezioniamo qualsiasi evento di cui abbiamo bisogno per monitorare, nel nostro caso, questo è “Aggiungere un articolo al carrello”, in cui vengono trasferiti i parametri. Codice di esempio per uno dei prodotti quando si aggiunge al carrello:

fbq (‘track’, ‘AddToCart’, {value: 2500, currency: “RUB”}

Quindi, nelle regole, selezionare “URL” → “Contiene” e nel campo di input inseriamo una parte dell’URL della pagina, la categoria di cui dobbiamo tenere traccia.

Ad esempio, la pagina appare come site.ru/divani/3464, dove site.ru è l’indirizzo principale della pagina, divani è la categoria delle merci vendute “Divani” e 3464 è l’id di un determinato prodotto. La categoria divani ci interesserà.

Nota: non tutte le pagine sono della forma descritta nell’esempio.

Fai clic su “+” accanto alla regola per aggiungerne un’altra. Selezionare la categoria “Parametri evento” per creare una regola dai parametri, quindi ─ “valore” (costo delle merci) e impostare “più di” 1000. Il pulsante “Crea”.

Controllo dei dati che vengono trasferiti ai partner

Condividi con i partner commerciali i dati per le singole conversioni personalizzate, piuttosto che le intere origini dati.

Conclusione

In conclusione, vorrei descrivere alcuni dei problemi che un utente può incontrare durante l’impostazione degli eventi:

1. Se si utilizza lo strumento di personalizzazione degli eventi di Facebook che funge da popup, potrebbe non essere visualizzato a causa del blocco dei popup nel browser. Affinché lo strumento funzioni correttamente, vale la pena disattivare il blocco.

2. Facebook attualmente non consente ad aziende con attività quali investment banking e intermediazione, assicurazioni, servizi finanziari, servizi bancari al dettaglio, prestiti (inclusi mutui), mutui (unioni di credito), industria farmaceutica e assistenza sanitaria. Le aziende che operano in questi settori possono utilizzare le impostazioni manuali degli eventi.

3. È possibile personalizzare i pulsanti nello strumento di configurazione degli eventi a condizione che:

  • Rappresentano un pulsante HTML, un collegamento o un elemento HTML, la classe o l’identificatore contiene “pulsante”, “btn” o un’altra ortografia della parola “pulsante” in inglese.
  • L’altezza del pulsante non è inferiore a 10 pixel e non superiore a 600. I pulsanti troppo grandi e troppo piccoli non vengono visualizzati nello strumento.
  • Il pulsante contiene un’immagine o un testo. I pulsanti contenenti solo icone o numeri, come un’icona di ricerca o un numero di telefono, non vengono conteggiati.

Per una descrizione più ampia dei possibili problemi, vedere la Guida di Facebook – Strumento per la risoluzione degli eventi del sito di Facebook .

Altri contenuti

it_ITIT